Aiuto telefonico
Telefono Italia:
Telefono internazionale:

Vermox (mebendazolo)

4.4
Vermox

Vermox è un farmaco che combatte i vermi intestinali. I vermi intestinali, anche detti elminti, sono parassiti che infestano prevalentemente il tratto gastro-intestinale.

Purtroppo, questi vermi sono più comuni di quanto si creda, e non soltanto nei paesi con norme igienico-sanitarie poco sviluppate, ma anche in Italia. È sufficiente infatti mangiare carne mal cotta, consumare cibo o acqua che contengono uova di questi organismi parassitici oppure entrare in contatto con altre fonti contaminate per ritrovarsi con una parassitosi da combattere.

Quali tipi di vermi intestinali possono essere contrastati con Vermox

Vermox è un antielmintico il cui principio attivo è il mebendazolo. La sua efficacia è comprovata -come attestano numerose recensioni online- contro diverse categorie di vermi intestinali della categoria dei nematodi -i cosiddetti “vermi cilindrici”- e dei cestodi, una classe di vermi piatti.

È utile sapere a cosa serve Vermox, con alcuni esempi. È adatto a combattere il famoso verme solitario -più propriamente chiamato tenia- e l’ossiuro, che è molto diffuso in età pediatrica, ma anche tanti altri parassiti.

I sintomi più diffusi associati all’elmintosi sono: dissenteria con presenza di muco e sangue, dolori addominali, nausea e vomito, gonfiore addominale associato a gas nell’intestino. Tuttavia, alcuni tipi di parassiti presentano sintomi più specifici, come ad esempio il prurito anale e perianale per gli ossiuri o la tosse con possibili tracce di sangue nel caso di una tipologia detta ascaridi.

Come agisce Vermox

Una volta effettuata la diagnosi, tramite esame colturale delle feci, il mebendazolo viene prescritto per debellare l’infestazione. Come funziona? La sua modalità d’azione consiste nell’impedire la metabolizzazione del glucosio da parte dei parassiti. In questo modo, viene a mancare la loro fonte energetica.

Se ti stai domandando dopo quanto fa effetto, i tempi di reazione durano due o tre giorni, dopodiché i vermi intestinali si ritrovano paralizzati e, infine, muoiono e vengono espulsi. Vermox quindi funziona subito, anche se quando fa effetto è ancora possibile provare prurito associato alla presenza degli ossiuri dopo una settimana dalla fine del trattamento. Inoltre, la terapia dovrebbe essere seguita da tutti i membri della famiglia e in alcuni casi può essere necessario ripeterla a distanza di un paio di settimane per scongiurare il rischio di reinfestazione.

Vermox: a quale costo si trova in farmacia?

Vermox può venir acquistato in qualsiasi farmacia, fisica o online, ad un costo assolutamente abbordabile. Se acquisti qui questo prodotto, inoltre, troverai un prezzo ancor più conveniente rispetto a quello della tua farmacia di quartiere. Infatti, questo farmaco generico è più economico, ma associato ad una pari efficacia del medicinale.

Perché comprare Vermox online, anche senza ricetta, ad un prezzo conveniente

Si raccomanda sempre di sottoporsi ad accertamenti specialistici prima di intraprendere una qualunque terapia farmacologica, ma nel caso in cui non fosse possibile ottenere la prescrizione al momento del bisogno, un vantaggio che accompagna l’acquisto di Vermox in questo punto vendita online, oltre al prezzo, è la possibilità di ottenere il prodotto senza ricetta medica.

Vermox è in vendita anche nelle forme di compresse da 500 mg o di sciroppo, ma su questo sito puoi trovare la forma in compresse da 100 mg, la più diffusa sul mercato. La spedizione è possibile in tutta Italia, a costi ragionevoli.

Come utilizzare il farmaco: dosi e modi d'uso

Il dosaggio di mebendazolo varia secondo il tipo di infestazione parassitaria in atto. Una dose di 100 mg in pastiglia corrisponde a 5 ml di sospensione orale.

Per la posologia per ossiuri è consigliata una singola compressa da 100 mg, ma come già indicato è bene replicare il trattamento dopo qualche settimana. Per altri tipi di vermi intestinali sono invece suggerite due pastiglie al giorno per 3 giorni di seguito, a prescindere dall’età e il peso.

È invece ridotta la dose per i bambini nel caso di teniasi: mentre per gli adulti sono suggerite due o tre pastiglie al giorno, una singola pasticca è abbastanza per gli infanti. Anche in questo caso il trattamento va prolungato per 3 giorni.

La corretta posologia elimina oltre il 90% dei vermi, anche nei casi in cui si trattasse di parassiti di diversa origine o di infestazioni critiche. Ma come prendere Vermox? È possibile deglutire le compresse con l'ausilio di una bevanda o masticarle durante i pasti. Non è necessario associare all’assunzione particolari regimi alimentari o l’utilizzo di lassativi.

Controindicazioni: chi non dovrebbe assumere Vermox

Vermox è sconsigliabile per bambini al di sotto del primo anno di età, in quanto sono stati registrati casi di episodi convulsivi. In questo caso, il trattamento dell’infestazione parassitaria viene effettuato solamente se questa interferisce con la corretta crescita e alimentazione.

Per quanto riguarda le donne in gravidanza o durante l’allattamento, è severamente sconsigliata la cura con mebendazolo, poiché dagli studi clinici è emerso che il principio attivo è tossico per l’embrione e può causare anomalie congenite nel feto.

Come per ogni altro farmaco, è necessario avvertire il medico curante nel caso in cui si stia assumendo una terapia farmacologica di altro tipo in concomitanza.

Effetti collaterali dell’assunzione di Vermox

Sintomi di una certa entità possono verificarsi nel caso di sovradosaggio prolungato di Vermox. Tra questi si riscontrano problemi ematici, epatici o renali, anche di una certa gravità, mentre un singolo sovradosaggio incidentale può causare dolore addominale, vomito e dissenteria. Questi sintomi possono essere contrastati assumendo carbone attivo, che incoraggia l'assorbimento del farmaco rimanente nello stomaco.

Al di là degli effetti di dosaggi eccessivi, questo farmaco è poco propenso a causare effetti collaterali, come si legge dalle opinioni di chi lo ha provato, in quanto la sua biodisponibilità nell’organismo è limitata e il tempo di somministrazione è solitamente limitato a pochi giorni.