Aiuto telefonico
Telefono Italia:
Telefono internazionale:

Calo del desiderio sessuale nelle donne: come aumentare la libido femminile

Cause del calo della libido femminile

La diminuzione del desiderio sessuale nelle donne può dipendere da diversi fattori. Le cause del calo della libido femminile possono essere innanzitutto fisiologiche, perché la produzione degli ormoni sessuali, estrogeni e testosterone, tende a diminuire naturalmente con l'aumentare dell'età e l'insorgenza della menopausa.

Tuttavia, il problema si riscontra anche in donne relativamente giovani e prima della menopausa. In questi casi può dipendere da altri fattori, come:

  • Gravidanza: diminuzione eccessiva della voglia, parziale o totale, di avere rapporti sessuali durante e dopo la gravidanza. Ciò può essere dovuto alle variazioni ormonali compulsive che si verificano nel periodo post partum o allo stress dello stato interessante.
  • Fattori psicologici: ansia, depressione e problemi relazionali. Dovuti principalmente a certe dinamiche sbagliate che si instaurano all'interno della coppia. Possono portare a un aumento incontrollato dell'ansia, tensione, nervosismo e a sbalzi di umore nelle donne.
  • Terapie farmacologiche: alcuni psicofarmaci, ansiolitici, antiepilettici e farmaci contro l'ipertensione.
  • Stili di vita sbagliati: in particolare assunzioni eccessive di alcool e droghe.
  • Malattie e interventi chirurgici: alcune tipologie di tumori e interventi per la rimozione delle ovaie portano alla carenza degli ormoni sessuali.
  • Secchezza vaginale: può rendere il rapporto sessuale fastidioso e doloroso, incidendo negativamente sulla libido e la voglia di avere rapporti.

Cosa fare per aumentare la libido femminile in menopausa

Specialmente durante la menopausa i livelli ormonali subiscono sbalzi paurosi e incontrollati, che influenzano la vita sessuale e le relazioni. Tra le cose da fare per aumentare la libido femminile mangiare bene e fare attività motoria consentono di tenere il peso sotto controllo, fanno sentire più energiche e toniche, migliorano l'umore e mitigano l'insoddisfazione verso corpi percepiti come più leggeri, sintomo tipico della menopausa. Sono un ottimo rimedio per sentirsi più belle e attraenti.

Anche l'insoddisfazione che si prova durante un rapporto sessuale non va sottovalutata. Problemi come la secchezza vaginale, provocando sensazioni dolorose, rendono l'atto difficoltoso e tutt'altro che godibile, portando alla lunga al disinteresse verso di esso. In questi casi si può utilizzare un lubrificante a cui si accompagna una buona crema idratante intima.

Se le cause sono stress, irritabilità e nervosismo si può ricorrere a rimedi naturali come gli integratori a base di vitamine, antiossidanti e arbusti naturali, come rodiola, maca o ginseng indiano, sono un ottima soluzione per ripristinare l'energia e ridare tonicità.

Come aumentare la libido femminile: aspetti psicologici da non sottovalutare

Un adeguato supporto psicologico può aiutare a capire come fare per aumentare la perdita della libido femminile. Condividere le discordanze, le paure passeggere e i problemi sopraggiunti all'interno della coppia è di fondamentale importanza. Se si sperimenta un disagio sessuale, come la riduzione del desiderio, bisogna parlarne con il proprio partner, perché nascondere la verità, a se stessi e al proprio compagno, finirebbe solo per ingigantire il problema.

La terapia comportamentale è un ulteriore aiuto. Si può ricorrere ad uno psicoterapeuta, una spalla esperta che sappia come stimolare la relazione e che guidi la coppia attraverso un percorso ricercato di consapevolezza ritrovata, analizzando le cause coinvolte nel calo della libido e trovando i rimedi più efficaci come stimolare per uscirne.

Farmaci per aumentare la libido: Lovegra, il Viagra femminile

Tra le cose da fare c'è il ricorso ai farmaci, una delle pratiche riabilitative prescritte per aumentare la libido. Tra le più significative si è rivelata funzionante il Lovegra, la cosiddetta pillola della libido o Viagra femminile.

Come la celebre pillola blu, anch'esso appartiene alla classe degli inibitori di PDE-5 e contiene lo stesso principio attivo, il citrato di sildenafil.

Ha l'effetto di incrementare l'afflusso di sangue nella zona genitale, con conseguente aumento della ricettività vaginale e del piacere che si prova durante l'amplesso.

È efficace nel trattamento dei sintomi di natura fisiologica e psicologica coinvolti nella perdita del desiderio, come la disfunzione sessuale femminile (FSD) e la frigidità incontrollata.

Combatte la secchezza vaginale, dando meno contrazione, aumentando la lubrificazione e rendendo l'amplesso più agevole ed energico.

Non è un farmaco che risolve il problema alla radice, ma va assunto al bisogno, sortendo gli effetti desiderati solo in presenza di un incentivo sessuale. Va assunto nei 30-45 minuti che precedono l'inizio del rapporto sessuale, meglio se a stomaco vuoto, nella dose consigliata di 100 mg. Il suo effetto dura dalle 4 alle 6 ore.

Questa medicina si può acquistare in farmacia oppure online senza essere prescritta dal dottore. Tuttavia, il consiglio è di consultarsi sempre con il proprio medico di famiglia, in quanto il medicinale non va assunto in concomitanza di determinati farmaci e in alcune persone potrebbe provocare effetti indesiderati. Tra i più comuni, lievi e passeggeri, ci sono: cefalea, vampate di calore, nausea, naso chiuso e secchezza oculare.